Annunci
Skip to content

AL VIA LA PERSONALE DEL PITTORE THEOPA

AL VIA LA PERSONALE DEL PITTORE THEOPA

Nella giornata di sabato 13 ottobre, presso le sale della Galleria Albatros, nel centro di Parma, ha avuto luogo l’inaugurazione de “LA SOCIETA’ CONTEMPORANEA RACCONTATA PER CHI VERRA’ DOMANI”, Mostra Personale di Pasquale Di Matteo, in arte THEOPA.

di Enza Katia Mazzei

Alle 16.30 di sabato 13 ottobre, la Galleria Albatros di Parma ha ospitato l’inaugurazione della mostra d’arte contemporanea dal titolo “LA SOCIETA’ CONTEMPORANEA RACCONTATA PER CHI VERRA’ DOMANI”, la Personale del pittore THEOPA, che resterà visibile al pubblico fino al 24 ottobre, nei suggestivi quanto originali locali di una galleria piccola, ma che può vantare la periodica presenza di critici importanti del calibro del Dott. Vittorio Sgarbi.

Le 28 opere esposte, di questa collezione di THEOPA, hanno suscitato un interessante dibattito sulla crisi di valori e sull’identità, sempre più priva di spessore, che affliggono la nostra società, dibattito che ha spaziato dalla crisi finanziaria allo spirito d’uguaglianza sempre più svilito e stritolato dalle esigenze del profitto e dell’oligarchia finanziaria che ha preso il sopravvento sulla morale.

Temi colti che hanno dimostrato come l’arte non si possa ridurre a una spennellata su una tela o alla dimostrazione di una tecnica sopraffina, riscontrabile in qualunque buona accademia.

I falsi valori by THEOPA

Al contrario, arte è ciò che ha la capacità di generare riflessione, dibattiti, confronto.

E le opere di THEOPA manifestano questa capacità in maniera prepotente perché sono cariche di segni, di simboli del nostro tempo che scrivono messaggi per le generazioni future.

Si tratta di quadri che schiaffeggiano chi li osserva con colori forti e immagini audaci, che non permettono di mentire a se stessi, se non scappando, rifugiandosi nel presente ottriato dai media.

Opere che parlano, che raccontano la realtà del nostro tempo non rivolgendosi a chi le osserva oggi, ma che hanno l’ambizione di comunicare con chi vivrà tra qualche decennio.

Per tale motivo, come sostenuto dagli addetti ai lavori intervenuti e da qualche collezionista colpito dall’originalità della pittura di THEOPA, queste opere sono destinate ad avere un valore proiettato negli anni a venire, poiché non si tratta di prodotti commerciali da posizionare su una bancarella o buoni da intonare a una parete del salotto, bensì di messaggi ricchi di contenuto da trasmettere alle generazioni future.

Tratti decisi, giochi di cromie volutamente esagerate e colori accesi, a volte fumettistici, sono un marchio di fabbrica del pittore lombardo, anche se la forza del messaggio delle sue opere è ciò che lo contraddistingue maggiormente, in un momento in cui molti, invece, per vendere, scendono a compromessi con le mode del mercato.

Opere in cui la luce è metafora dei bagliori, dei luccichii del lusso, che condizionano le scelte delle persone, facendo accantonare valori indispensabili per la costruzione di una società sana, come l’amore, gli affetti, la reciprocità, il mutuo soccorso, l’identità, la personalità e il rispetto del prossimo.

Diversi intervenuti hanno chiesto di poter conoscere il pittore, per avere ulteriori spiegazioni sul suo mondo, il suo messaggio e le sue prossime avventure, sia prima che dopo la presentazione, durante la quale THEOPA non si è sottratto alle domande della stampa.

Tutte le opere sono state presentate dal Professor Andrea Adlani, Archeologo specializzato in Arte.

Il Dott. Adlani ha posto l’attenzione sulla capacità di THEOPA di comunicare il nostro tempo, una forza che vedrà il suo apice quando le sue opere saranno osservate dalle generazioni future.

Un ricco buffet, offerto dai titolari della Galleria Albatros, ha allietato gli ospiti e gli addetti ai lavori intervenuti, prima della conclusione dell’evento, alle 19.00.

Al termine, una residente in Parma, appassionata di Arte contemporanea e attenta alle nuove proposte, non ha nascosto la propria sorpresa per la riuscita di un’inaugurazione che pensava essere come tante altre, ma “dove ho potuto, con piacere, assistere a un dibattito che ha spaziato dalla Filosofia alla Storia, passando per la Politica e la Finanza… In genere, si parla per ore di luci, ombre, tratti… Qui siamo riusciti ad abbattere le mura della galleria, per liberarci nello spazio, facendo Arte.”, afferma.

THEOPA e Albatros

THEOPA all’interno della Galleria Albatros

Ovviamente, non poteva non dirsi soddisfatto il pittore, che, visto il riscontro positivo ottenuto soprattutto tra gli addetti ai lavori e un paio di collezionisti sorpresi dalle sue opere, è destinato a vedere questa sua prima Personale non soltanto come un trampolino di lancio, ma soprattutto come l’occasione per lasciare un’altra impronta della sua originale produzione artistica.

La mostra resterà aperta al pubblico fino al 24 ottobre , con apertura anche di domenica, presso la Galleria Albatros, strada XXII luglio, 18/a, Parma

 

Annunci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: