Annunci
Skip to content

HARRY POTTER A GRAZZANO VISCONTI

Harry Potter a Grazzano Visconti

Grazzano Visconti, il borgo dove si respira la magia di tempi lontani, in cui la Storia è stata ricostruita per donare alle generazioni future un fazzoletto di Medioevo, suggestivo e romantico, riapre i battenti della Scuola di Hogwarts, in cerca del nuovo Harry Potter.

di Pasquale Di Matteo

Esiste un luogo, nelle terre piacentine, in cui echi di tempi lontani sono stati congelati, dove ogni respiro profuma di medioevo, in un’atmosfera perduta nei secoli che trasforma le auto che sfrecciano sulla provinciale poco distante in suoni, vite e dimensioni parallele.

Grazzano Visconti è un fortilizio che risplende nel comune di Vigolzone, in provincia di Piacenza.

Che lo si raggiunga da nord o da sud, due ampi parcheggi a pagamento (3 euro) conducono ai due ingressi principali.

 

I passi risuonano cadenzati lungo le vie ghiaiose che si inerpicano tra gli edifici, le cui linee armoniose e piacevoli sono tipiche dello stile dei primi secoli dello scorso millennio.

L’arredo urbano contribuisce a ricreare la magia del Medioevo a Grazzano Visconti, con stemmi e iscrizioni sapientemente collocati, fontanelle di gusto raffinato, balconi in aggetto, bifore e colonnine che trascinano i visitatori su questa macchina del tempo capace di sradicarti dai problemi del vivere quotidiano.

 

Le botteghe artigiane e i negozi del borgo offrono una varietà di articoli di vario genere e non mancano punti di ristoro per rifocillarsi e degustare piatti della tipica cucina piacentina, in un susseguirsi di colori, profumi e aromi che danno vita alla reincarnazione di un passato dimenticato.

LA STORIA

Eppure, Grazzano Visconti non affonda realmente le proprie radici in tempi lontani e ha una storia particolare, perché si tratta di un borgo medievale che di quel periodo non ha proprio nulla.

Verso la fine del 1400, Gian Galeazzo Visconti concesse alla figlia Beatrice il permesso di costruire un castello a ridosso di un piccolo centro abitato.

Beatrice Visconti era sposata a un nobile piacentino, Giovanni Anguissola, la cui famiglia mantenne il possesso del maniero fino al 1884, quando la contessa Francesca (Fanny), rimasta vedova e senza figli, lasciò i propri beni al nipote, Guido Visconti.

Tuttavia, fu solo agli inizi del secolo scorso che il borgo assunse l’identità che possiamo ammirare oggi, quando il duca Giuseppe Visconti decise di trasformare le stalle limitrofe e le abitazioni fatiscenti in strutture eleganti in chiave medievale e fece restaurare il castello in rovina, completando logge e camminamenti con merlature ghibelline (o a coda di rondine) e arricchendo le facciate con decorazioni in stile lombardo.

Grazzano Visconti è immerso in un parco di circa 150.000 metri quadri, costituito da diversi esemplari di alberi secolari, che colorano tinte diverse a ogni stagione.

Infatti, si ergono al cielo cedri del Libano, platani aceriformi e tassi, inoltre, nel parco vivono in assoluta libertà scoiattoli, picchi, tassi, volpi, gufi e civette, da scoprire durante le visite guidate. Per orari e info: www.noctua.it.

Come tutti i castelli che si rispettino, anche quello di Grazzano ha il suo fantasma: si tratta di Aloisa, giovane che fu tradita dal proprio sposo e morì di dolore.

Da allora, il fantasma di Aloisa si aggirerebbe per il castello e per il borgo in cerca di pace.

EVENTI

Grazzano Visconti offre una vasta rassegna di manifestazioni ed eventi durante tutto l’anno, da rievocazioni storiche a notti fiabesche per i più piccoli.

Domenica, 8 ottobre, per esempio si è tenuto il 14° Torneo del lo Biscione, una suggestiva gara di tiro con l’arco storico.

Martedì, 31 ottobre, è stata la volta della festa di Halloween.

HARRY POTTER A GRAZZANO VISCONTI

Il 22 aprile prossimo, invece, riapriranno i battenti della scuola di Hogwarts, con Silente e gli altri insegnanti di magia pronti a condurre i bambini che vorranno partecipare, in un’altra emozionante avventura contro Colui che non può essere nominato, tra colpi di scena, pozioni, agitar di bacchette e scope volanti.

Alle ore 10.00 si terrà la cerimonia di apertura del Cappello parlante, con l’assegnazione dei maghetti alle quattro case della scuola, Grinfondoro, Serpeverde Tassorosso e Corvonero, prima di dare inizio ai giochi d’animazione e al divertimento assicurato.

Durante la pausa per il pranzo, dalle 12.30 alle 14.30, maghi, streghette e i loro accompagnatori babbani potranno rifocillarsi nei punti di ristoro e nelle osterie del borgo, che presenteranno menù sul tema.

La scuola e i giochi riprenderanno alle 14.30, fino alle 18.00.

Il costo dell’iscrizione è 10,00 euro a bambino, da tenersi direttamente in loco.

Grazzano Visconti, come notato, è un borgo in fermento tutto l’anno.

Sono numerose le esposizioni di artigianato e di auto d’epoca nella grande piazza del borgo, inoltre è possibile seguire corsi di fotografia o partecipare alle molteplici attività proposte per grandi e piccini.

 

Se non sapete come trascorre un piacevole week end, Grazzano Visconti è un’ottima opportunità, per lasciarsi cullare dalla magia di tempi lontani che questo fantastico borgo sa regalare.

Il 22 aprile, non perderti Harry Potter a Grazzano Visconti.

*Tutte le foto sono di Pasquale Di Matteo

Per raggiungere Grazzano Visconti, uscita autostradale di Piacenza Sud, poi seguire le indicazioni per lo Stadio, quindi per Val Nure e Podenzano.

LINK UTILI

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui Social, utilizzando i pulsanti in fondo.

Iscriviti a Eventi Armonici, è GRATIS!

Segui la nostra Pagina Facebook Eventi Armonici, mettendo “mi piace”.

Annunci

1 Comment »

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: