SEMBRA IMPOSSIBILE, MA E’ ACCADUTO DAVVERO!

Sembra impossibile, ma è accaduto davvero!

In un momento difficilissimo per l’arte, tra promesse mai mantenute ed eventi che non portano a niente, finalmente a Milano…

di Pasquale Di Matteo

In un clima di festa, martedì 9 luglio, si è inaugurata Fusion Art, la Mostra Collettiva degli  artisti selezionati dal Critico d’Arte, Pasquale Di Matteo, ad avere la possibilità di rappresentare l’arte italiana in Giappone nel 2020.

In un momento in cui il mondo dell’arte vive una fibrillazione di eventi di ogni genere che non portano a nulla e che disorientano gli artisti, utilizzati da vari curatori e gallerie più come bancomat che come persone dotate di talento da seguire e sulle quali costruire un percorso, ecco che a Milano si accende la luce.

Un evento che non nasce e muore con le date di apertura e di chiusura della mostra, ma un progetto ricco di contenuti e articolato in più fasi: una selezione, attraverso la quale sono stati scelti gli artisti in esposizione dal 6 al 13 luglio, presso la raffinata Chie Art Gallery, in pieno centro a Milano; un autunno in cui verrà consegnato a ciascun artista un catalogo dell’evento, con cui i partecipanti saranno presentati anche in Giapponese, proprio in previsione di sbarcare in Giappone nella tarda primavera del prossimo anno.

A testimonianza della serietà del progetto, al vernissage di martedì 9 era presente anche la gallerista Haruko Mitori, giunta appositamente da Osaka per l’evento, proprio per ammirare fin da subito gli artisti che potrebbero riempire con le loro opere la sua galleria tra qualche mese.

eventiarmonici
Chie Yoshioka, Haruko Mitori, Pasquale Di Matteo.

Il vernissage è stato un successo, grazie ad alcuni artisti giunti in galleria per l’occasione e, soprattutto, grazie ai tanti appassionati del centro della capitale finanziaria italiana, che hanno voluto assistere alla presentazione degli artisti che avevano già potuto ammirare fin dalla giornata di sabato 6.

Una zona di forte passaggio, a pochi minuti a piedi dal Duomo di Milano, in cui ancora si riesce ad apprezzare il profumo dell’arte, venendo attratti dall’eleganza della vetrina della Chie Art Gallery, alla cui titolare, la Dott.ssa Chie Yoshioka, vanno elargiti i complimenti per aver allestito un buffet ricco ed elegante, con il quale ha allietato i numerosissimi ospiti che hanno riempito la sede di Viale Premuda fino alle 20.30.

Gli artisti selezionati dal Critico d’Arte, Pasquale Di Matteo, resteranno in esposizione fino al 13 luglio compreso, mentre in autunno, alla consegna del catalogo, verrà fatta loro una proposta per esporre in Giappone, un’opportunità che è straordinaria, soprattutto in virtù del fatto che il mercato giapponese funziona alla grande anche in chiave vendita, inoltre, in un momento in cui esporre in Europa è diventata prassi per tutti, soltanto i migliori possono ambire alla raffinatezza del Sol Levante, che segue regole e costumi che, per fortuna, non si lasciano contaminare dai tanti filibustieri di cui è saturo il mondo dell’arte di oggi.

Inoltre, la Chie Art Gallery di Milano, dopo un periodo di stasi, dovuto a seri problemi di salute della gallerista, è pronta a un autunno sfavillante, in cui mettere al primo posto gli artisti, nella sua sede storica e ambita del centro di Milano.

Gli artisti che fossero intenzionati a esporre in Mostra Personale, Bi-Personale o in collettiva a numero chiuso (max 6 persone), possono chiedere informazioni alla mail del Critico d’Arte, Pasquale Di Matteo: pas.dimatteo@libero.it

Da sottolineare il fatto che la Chie Art Gallery, a differenza di quanto avviene comunemente con quelle che si possono definire pseudo gallerie, non chiede abbonamenti per impossibili esposizioni in permanenza, ma è aperta a collaborazioni ed eventi che nascono e si concludono nella settimana o nelle settimane dell’evento stesso.

Esporre nel centro di Milano, cioè nella capitale finanziaria italiana, è motivo di pregio e arricchisce il curriculum di un artista come poche altre cose in Italia.

Perciò, benché sembri impossibile, finalmente si è dato vita a un evento che non si concluderà con il termine del periodo espositivo, ma che proseguirà con un percorso che condurrà futuri grandi artisti fino al Giappone.

Inoltre, gli artisti che vagano senza meta, bombardati da proposte da ogni parte d’Italia, possono trovare nella Chie Art Gallery la serietà, la raffinatezza, la competenza e la genuinità che contraddistingue da sempre la civiltà giapponese.

Sembra impossibile, ma è accaduto davvero!

Nelle prossime settimane, articoli di presentazione di tutti gli artisti selezionati per il Giappone…

Restiamo in cottato!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...