ARTE AL CAMPIDOGLIO

Arte al Campidoglio

La Sala Protomoteca del Campidoglio è stata teatro di un suggestivo evento durante il pomeriggio di mercoledì 12 giugno, uno scambio culturale tra Italia e Iraq, tra i colori raffinati di Maralba Focone, gli interventi degli addetti ai lavori e i tanti volti noti presenti.

di Pasquale Di Matteo

Mercoledì 12 giugno.

A Roma imperversa un’afa atroce, che obbliga cittadini e turisti a sperare in un po’ di refrigerio, anche se, dopo il maggio più piovoso degli ultimi decenni, il sole che splende nel cielo terso, avvolgendo di luce le rovine imperiali, è una gradevole magia per gli occhi e offre un paesaggio da cartolina.

Saliti i tanti scalini che conducono alla Sala Protomoteca del Campidoglio, si viene coccolati da una temperatura più gradevole e attorniati dall’eleganza degli abiti dei tanti ospiti presenti, dei colori raffinati dell’arte di Maralba Focone, e dalle sculture marmoree che troneggiano lungo le pareti.

 

Il pomeriggio rientra in un periodo di interscambio culturale tra Italia e Iraq, curato dalla famosissima Curatrice, Anna Maria Brazzò, capace di condensare culture di Paesi distanti, i colori dell’arte visiva, la danza, il turismo e la Storia in un unico evento.

Dopo il taglio del nastro e la benedizione di Padre Orazio, della Basilica di Ara Coeli, il dibattito si è aperto con le parole del relatore, il Capo Ufficio Stampa dell’evento, il giornalista Giò di Giorgio, il quale ha ringraziato Anna Maria Brazzò e introdotto gli ospiti.

 

A salire sul palco per primo è stato il Critico d’Arte, Pasquale Di Matteo, che ha presentato l’arte della pittrice torinese, Maralba Focone, le cui opere riempivano lo spazio in fondo alla sala.

 

Dopo un accenno ai Trattati di Roma, firmati proprio in quel luogo il 25 marzo 1957, a testimonianza dell’importanza dell’evento, Di Matteo ha spiegato i motivi che fanno di Maralba Focone un’artista di grande respiro, grazie a un uso dei colori che richiama alcuni grandi maestri del passato, come Picasso, nonché la capacità che l’artista ha di esprimere concetti profondi tratti dal nostro tempo.

Di Matteo ha catturato il numeroso pubblico in sala, ponendo anche l’attenzione sulla diversa percezione che è necessario avere giudicando l’arte della nostra contemporaneità o quella dei secoli scorsi, tracciando una netta dicotomia tra l’era precedente l’avvento della macchina fotografica e quella successiva, perché i temi espressi dalla pittura cambiano, proprio in virtù della presenza dello strumento capace di immortalare la realtà con un semplice clic.

Il Critico d’Arte, Pasquale Di Matteo

Dopo l’intervento del Critico d’Arte, Giò di Giorgio ha invitato a salire sul palco Ajad Alhindi, Presidente dell’Associazione per l’amicizia tra Iraq e Italia, il cui breve intervento ha focalizzato il pomeriggio sulle bellezze dei nostri due Paesi.

L’evento è poi proseguito con una presentazione videografica dell’Iraq, in cui sono state mostrate diapositive d luoghi incantevoli della Mesopotamia, presentati in chiave turistica.

Ayad Alhindi, Presidente Associazione amicizia tra Iraq e Italia

Il tutto è stato intervallato dalla performance della ballerina di danza orientale, Gaia Canichella, la quale, tra cambi d’abito da mille e una notte e di stili, ha dato prova della sua grande attitudine a questa disciplina, mostrando grazia e raffinatezza in ogni gesto.

La Canichella ha anche ballato accompagnata da artisti iracheni.

 

Durante l’evento, la Curatrice Anna Maria Brazzò ha accolto il Primo Segretario dell’ambasciata indonesiana, Veronica Vonny.

Il segretario indonesiano, Veronica Vonny, con Anna Maria Brazzò

Il pomeriggio è poi proseguito con scambi di opinioni e di foto tra i tantissimi illustri ospiti: dalla delegazione libica, a quella siriana; dal filosofo Luciano Bernazza e la moglie, Graziella Moschetta, alle cantanti Gabriella Rea e Giò di Sarno; dagli attori Adriana Russo, Pietro Romano, Serena Petrella, Emanuela Mari e Roberta Sanzò, al violinista Gaspare Miniscalco.

Moltissimi anche gli amici della Curatrice, Anna Maria Brazzò, intervenuti, tra i quali: Daniele de Summa, Elisabetta Viaggi, Natalina e Silvia Candido, Mauro Massimiliano Calandra, Erika Incognito, la stilista Francesca AnastasiSublime.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...