Skip to content

L’Ammiraglio di Hitler al soldo della CIA

Canaris, l’Ammiraglio di Hitler al soldo della CIA, su Eventi Armonici.

di Pasquale Di Matteo

Wilhelm Franz Canaris era un personaggio di primo piano nella gerarchia nazista.

Era nato nel 1887 ad Aplerbeck, non lontano da Dortmund; nel 1905 era entrato nella marina imperiale tedesca come cadetto; fu decorato con la Croce di Ferro durante la Prima Guerra mondiale, conclusa la quale, Canaris prestò servizio anche come agente segreto, tanto da diventare capo dell’Abwehr nel 1935.

Durante gli anni del servizio tra i servizi segreti, Canaris strinse importanti amicizie con uomini d’affari e politici e fu particolarmente impegnato perché avesse luogo una svolta sociale nella Germania umiliata dalla guerra.

Canaris

Inizialmente attratto dalle teorie del Partito Nazionalsocialista, Canaris appoggiò l’ascesa di Hitler e del Nazismo, senza mai entrare a far parte del Partito.

Tra il 1938 e il 1944, oltre a continuare il suo lavoro di direzione del servizio segreto tedesco, fu posto alla guida dell’Ufficio degli Affari Esteri e della Difesa.

Canaris, insomma, stava diventando un uomo sempre più influente.

Tanto influente da essere al soldo dell’Office of Strategic Services (OSS), quello che il 18 settembre 1947 sarebbe diventato CIA?

Mentre l’Abwehr diveniva sempre più efficiente, Canaris, divenuto nel frattempo ammiraglio, cominciò a disconoscere la brutalità dei metodi nazisti, fino ad allontanarsene inesorabilmente dopo lo scoppio della guerra con la Polonia, dove assistette personalmente ad alcune atrocità commesse dalle SS sulla popolazione inerme e da dove riceveva costanti rapporti del comportamento disumano della Wehrmacht dagli agenti dell’Abwehr dislocati in quella zona.

Da allora, l’ammiraglio di Hitler cospirò, insieme a uomini d’affari, agenti segreti e militari amici, per destituire il Furer, fino ad architettare il fallito attentato del 20 luglio 1944, noto come Operazione Valchiria.

Smascherato, Canaris fu torturato per giorni nel campo di prigionia di Flossenburg, sul confine con l’allora Cecoslovacchia, prima di essere strangolato con una corda di pianoforte  il 9 aprile 1945.

Fu torturato perché i Nazisti sospettavano che l’ammiraglio di Hitler fosse al soldo della CIA, allora OSS?

Sta di fatto che, dopo la fine del conflitto bellico, con la caduta del Nazismo, la vedova dell’Ammiraglio, la Signora Erika Canaris, cominciò a ricevere un regolare assegno di pensione di vecchiaia dalla CIA, tramite il direttore di allora, Allen Welsh Dulles, già a capo dell’OSS in Europa, durante la guerra.

Allen Dulles

Anche quando la cosa venne alla luce, non fu data una spiegazione ufficiale.

E’ lecito credere, vista l’attività spionistica di Canaris, nonché i suoi sforzi per eliminare il Furer, che l’ammiraglio di Hitler, capo del più importante servizio segreto tedesco, fosse un uomo della CIA (OSS) o un suo importante informatore.

Un uomo che fece così bene il proprio lavoro da meritarsi gli assegni dello Zio Sam.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui Social utilizzando i pulsanti in fondo.

Iscriviti a Eventi Armonici e leggi altri articoli di Storia e di misteri cliccando qui.

Segui la nostra Pagina Facebook Eventi Armonici, mettendo un “mi piace”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: