Skip to content

La legittima difesa

La legittima difesa.

di Pasquale Di Matteo

I recenti fatti di cronaca, dove un avvocato ha ucciso un delinquente che si è trovato in casa, hanno portato nuovamente alla ribalta il tema della legittima difesa e ne parliamo su Eventi Armonici.

Purtroppo, con l’aumento del tasso di microcriminalità, episodi di furti in casa e aggressioni  sono talmente frequenti da non fare neppure più notizia.

E quando qualche malcapitato estrae una pistola e uccide il malvivente, ecco che l’apparato mediatico si mette in moto, quasi sempre per condannare chi si fa giustizia da sé.

Certamente, a nessuno piacerebbe vivere nel Far West, dove tutti circolavano con un bel cinturone intorno alla vita, ma, nel momento in cui le forze dell’ordine non sono in grado di tutelare una persona, visto che ci si trova i malviventi in casa, non sarebbe più logico che la legittima difesa scattasse immediatamente?

Mi spiego: se io sono molestato, calunniato, oppure ritengo di aver subito un furto, posso tranquillamente denunciare il fatto alle autorità competenti, senza farmi giustizia da me.

Ma, nel momento in cui sono aggredito, magari in un vicolo buio, e non posso ricevere immediatamente “giustizia” dalle forze dell’ordine, o mi entrano in casa dei malviventi, e la mia vita potrebbe essere potenzialmente a rischio, l’unico modo che ho per difendermi è quello di attivarmi in prima persona.

E la legge, se davvero fosse a tutela della gente perbene, dovrebbe tener presente il fatto che, quando una brava persona è aggredita, la paura e lo stress cui è sottoposta sono tali da determinare qualunque reazione, compresa quella di scaricare una pistola contro il delinquente di turno.

D’altro canto, come nel caso dell’avvocato, il ladro non è morto perché l’avvocato gli ha sparato, ma perché si è introdotto in casa d’altri senza essere stato invitato.

Dovrebbe essere legittima difesa e caso chiuso.

Ragionando al limite della logica, non servirebbe neppure sapere se il defunto volesse delinquere o meno, poiché le persone perbene non pensano di introdursi in casa d’altri abusivamente, di nascosto, forzosamente e senza invito.

Sono convinto, inoltre, che se si estendesse la legittima difesa ogniqualvolta ci si trovasse di fronte a intrusi in casa, il tasso di delinquenza scenderebbe, perché ci si penserebbe bene prima di rischiare la vita entrando in casa di sconosciuti.

Ovviamente, senza valutare l’ora, il buio, il giorno, la notte o altre scemenze simili che possono essere partorite solo da gente abituata ad andare in giro con la scorta o ad avere un servizio d’ordine privato alle proprie dipendenze.

La legittima difesa dovrebbe sussistere ogniqualvolta si accertasse che l’omicidio è avvenuto senza alcuna intenzionalità da parte di chi lo ha commesso, ma, al contrario, è stato provocato dal comportamento del defunto.

Se una persona aggredisce fisicamente un’altra e quest’ultima reagisce anche solo con uno spintone, l’aggressore potrebbe battere la testa sul marciapiedi e morire.

In questo caso, quasi sempre si tratta di fatalità, di legittima difesa.

Ma che cosa cambia se l’aggredito, stressato per affari propri o terrorizzato dalla circostanza, percuote l’aggressore fino a ucciderlo? Il tutto non è sempre stato scaturito dall’aggressore?

Non è vero che se quest’ultimo non avesse aggredito il suo carnefice, tutti sarebbero tornati a casa sereni?

Comunque la si pensi, sta di fatto che le persone perbene non aggrediscono, né tentano di intrufolarsi in casa d’altri.

Costoro sono delinquenti e chi delinque dovrebbe sempre assumersi le responsabilità di qualunque cosa accadesse.

D’altronde, se il delinquente ucciso dall’avvocato non si fosse intrufolato in casa d’altri, ora sarebbe ancora vivo e nessuno avrebbe risollevato il tema della legittima difesa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: