Skip to content

Quando il Fantasy ispira la musica.

Quando il Fantasy ispira la musica

di Pasquale Di Matteo

Ho deciso di parlare, in più articoli, di alcune band che, per la loro originalità, hanno creato generi musicali, ispirato altri artisti o che si sono riservate una particolare nicchia.

Circa un anno fa, mi  è capitato di imbattermi in una formazione davvero originale per il panorama musicale italiano: gli Ainur.

Gli Ainur sono una progressive rock orchestra formata da diversi elementi, che, in passato, ha superato le venti unità.

I compositori , come riportato sul loro biglietto da visita, sono: Luca e Marco Catalano, Alessandro Armuschio, Simone Del Savio, Vilma Collo ed Elena Richetta.

Autrice dei testi è Wilma Collo, insegnante di Inglese.

Mi è capitato di ascoltare la loro musica dal vivo, tra le mura della Rocca di Soncino, in provincia di Cremona, il 25 aprile 2016, in occasione del Soncino Fantasy, evento in cui si rievocano ambientazioni e trame del mondo fantastico.

E gli Ainur sono senza dubbio la giusta scelta musicale per animare tali manifestazioni: la band, infatti, è nata nel 2004, ispirandosi agli scritti del grande scrittore J.R.R. Tolkien, famoso per la sua opera Fantasy, Il Signore degli anelli.

Gli Ainur sono entità dell’universo fantastico immaginato dal maestro indiscusso del Fantasy e già dai costumi indossati dai membri della band, si capisce che si verrà catapultati nel mondo favolistico che anima i libri del celebre autore britannico.

La loro è una miscela di musica progressive, classica e folk, dove sono in molti ad alternarsi al microfono, caratteristica che rende la band poliedrica e ricca di interessanti sfaccettature; inoltre, sono sempre alla costante ricerca di particolari sonorità che permettano di armonizzare al meglio strumenti classici, acustici e moderni, peculiarità che, nel corso degli anni, ha permesso agli Ainur di diventare una delle più importanti realtà mondiali del panorama musicale tolkieniano mondiale.

Vera musica Fantasy.

Musica per lasciarsi trasportare in mondi fiabeschi, abitati da creature fantastiche.

I pezzi, per l’occasione eseguiti in acustico, sono ricchi di quel pathos che anima i libri di Tolkien e durante la loro esecuzione ci si sente immersi davvero in un mondo fantastico.

La band ama definire il proprio lavoro un Concept work, dove tutti gli album formano un’unica opera incentrata su Il Silmarillion di Tolkien.

Da segnalare i brani: Fall Of Gondolin, Eriol, The Firstborn e There And Back Again.

Se vi ispirano l’atmosfera e la magia del Fantasy, vi piace rilassarvi e lasciarvi condurre in altre dimensioni dove raggiungere la pace dei sensi, la musica degli Ainur va senz’altro scoperta.

 

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui Social utilizzando i pulsanti in fondo.

Iscriviti a Eventi Armonici, usando il pulsante che ti apparirà nell’angolo in basso a destra, una volta entrato in eventiarmonici.com, è Gratis!

Seguici sulla Pagina Facebook Eventi Armonici, mettendo “mi piace”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: