Skip to content

WING CHUN, l’Arte di Ip Man e di Bruce Lee a Crema.

Se i film su Ip Man ti hanno acceso l’entusiasmo, cavalcalo!

di Pasquale Di Matteo

Nella società odierna, sempre più multietnica, sempre più alle prese con i gravi problemi economici causati dalla crisi globale, che spinge il nostro Paese a continui tagli anche al settore delle forze dell’ordine, le problematiche di chi chiede uno strumento per la propria autodifesa sono aumentate; con l’incremento del livello di criminalità e, soprattutto, di microcriminalità anche in località fino ad oggi considerate più tranquille rispetto alle zone malfamate delle grandi città, i metodi di autodifesa più conosciuti, che prendono spunto da sport da combattimento e da arti marziali giapponesi “sportivizzate”, come il Karate, il Judo e la Boxe, risultano sempre meno efficaci e inadeguate a fronteggiare aggressioni reali.

 

2

Chiusura con leva alla spalla

Non basta conoscere qualche tecnica esercitata in palestra o essere capaci di fare mille capriole su di un morbido materasso per dirsi capaci di difendersi in uno spazio stretto, in mezzo ai tavoli di un pub, in un vicolo stretto e buio, magari quando si è vestiti in abiti eleganti e si indossano scarpe scomode.

E, ancor di più, quando gli anni sulle spalle aumentano, si è meno forti e agili e molte delle tecniche che riuscivano da giovani non si riesce più nemmeno a provarle.

Inoltre, è più probabile che sia aggredito un giovane dal fisico possente o, piuttosto, una donna sola e indifesa e/o un anziano?

Non a caso, lo Stato dotato dell’esercito migliore al mondo, gli USA, negli anni novanta del secolo scorso hanno siglato un accordo contrattuale con Paul Vunak e Dan Inosanto, tra i massimi esperti di Jeet Kune Do, Wing Chun e Kali filippino, per addestrare i reparti speciali della marina (Navy Seals) e d’intelligence (Cia, Nsa, Fbi), non riconoscendo nessun altro metodo di difesa per i suddetti professionisti.

Ciò non significa che Wing Chun e Kali (che mescolate hanno dato origine al Jeet Kune Do) siano le arti marziali perfette o che le altre siano inutili, ma che si prestano più efficacemente alla difesa reale da strada e professionale in virtù dei loro principi, semplici e adottabili da chiunque, senza necessità di particolari doti fisiche (uso della sensibilità e non della forza; combattimento a distanza di gomito, in modo da non concedere spazio a un secondo attacco; consapevolezza del proprio corpo, del proprio asse, e di tutte le fasce muscolari, anche di quelle che usualmente non usiamo nel quotidiano).

Tuttavia, non è più possibile affacciarsi alla difesa personale tralasciando l’aspetto più importante dell’argomento, ovvero quello psicologico.

Non è possibile, infatti, non soffermarsi sulle dinamiche per cui un individuo sia in grado di nuocere anche gravemente a un altro, né sui concetti chiave che sono alla base di qualunque aggressione e di qualunque tentativo di renderla vana: libertà, aggressività, violenza, calma o ansia e panico, stress post traumatico.

1

Attacco da coltello

Inoltre, non è possibile raggiungere un alto grado di capacità di difesa personale senza percorrere un viaggio introspettivo verso la conoscenza di se stessi, delle proprie paure, delle proprie debolezze, perché, senza conoscere se stessi, non è possibile gestire il nostro corpo, di conseguenza, diventa impossibile gestire il corpo di un estraneo.

Invece, spuntano sempre più come funghi corsi di autodifesa che promettono risultati dopo 10 o 15 lezioni, con slogan sicuramente efficaci sotto il profilo commerciale, ma fuorvianti e falsi nel concreto.

Non è possibile, infatti, imparare una difesa almeno discreta da un’aggressione reale in poche settimane e chi afferma il contrario ruba soldi ai propri sfortunati allievi.

Addirittura, ci sono corsi di difesa specifici contro l’aggressione da coltello che garantiscono risultati dopo pochi seminari, illudendo e mistificando.

coltello

Principio di difesa da coltello

Quindi, così come è idiota pensare che essere grandi e grossi sia sinonimo di efficacia nel corpo a corpo (anzi…), non bisogna illudersi inseguendo false chimere di chi promette di trasformarvi in Bruce Lee in poche lezioni.

Sapersi difendere è un processo fisico e mentale che presuppone almeno qualche anno di addestramento, di impegno e di esperienza.

Io mi sono avvicinato al Wing Chun casualmente, ormai 23 anni fa, e oggi è parte di me, non solo sotto l’aspetto marziale, ma soprattutto in quello caratteriale.

Grazie al Wing chun ho imparato il rispetto per gli altri, ma anche a non farmi sopraffare da nessuno.

Ecco perché ho deciso di mettere a disposizione il mio sapere, divulgando il mio Wing Chun, sviluppato negli anni, grazie agli insegnamenti di Si Fu Giovanni Zapparrata, a numerosi stage anche di altre arti e allo studio dell’Aikido, sotto la guida del Maestro Guglielmo Masetti.

wing

Nel Wing Chun non si promettono partecipazioni a gare, medaglie, o altre glorie, ma solo una crescita culturale personale costante, sia sotto il profilo marziale, sia quanto al carattere.

il Wing Chun è uno stile particolarmente adatto alle donne e a chi non è dotato di un fisico possente, perché è tutto radicato su principi fisici che permettono al praticante di imparare a muovere il corpo traendo il massimo con il minimo sforzo.

Per rendere l’idea, avete mai notato come i bambini molto piccoli siano in grado di sollevare pesi apparentemente proibitivi per loro?

Ebbene, i bambini sono i migliori artisti marziali viventi, poiché sono in grado di utilizzare tutto il corpo in un singolo gesto, ciò che è alla base del Wing Chun.

Se volete imparare a conoscere voi stessi, a muovere il corpo al meglio come strumento di difesa, acquisendo un’arte capace di donarvi una capacità di difesa che crescerà con gli anni, anziché appassire con il tempo come avviene solitamente, vi aspetto a Crema, presso la palestra Energy, almeno per una lezione di prova gratuita a settembre.

Per info: pas.dimatteo@libero.it

Oppure metti “mi piace” alla Pagina Facebook Fesd Do e invia un messaggio, ti risponderò entro poche ore.

Puoi chiedere anche informazioni direttamente alla palestra Energy per prenotarti alla lezione di prova gratuita a settembre.

Se hai voglia di imparare a difenderti davvero, il Wing Chun è ciò che cerchi.

Ti aspetto!

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: