Skip to content

Knam ad Antegnate, come i Coldplay o Cristiano Ronaldo

Knam ad Antegnate, come i Coldplay o Cristiano Ronaldo. Su Eventi Armonici.

Tanto pubblico all’Antegnate Shopping Center per Ernst Knam, come per Cristiano Ronaldo o i Coldplay.

 

di Pasquale Di Matteo

Sabato 22 aprile si è conclusa l’iniziativa che ha visto per quattro sabati consecutivi la presenza straordinaria di chef di successo alle sfide di cucina tra i partecipanti all’evento culinario organizzato in occasione dell’anniversario della nascita dell’Antegnate Shopping Center.

Simone Rugiati, Alessandro Borghese e Bruno Barbieri si sono dati il cambio durante i primi tre sabati, caratterizzando gli appuntamenti dall’aperitivo ai secondi piatti.

In occasione della giornata conclusiva e della consegna della torta, non poteva mancare il pasticcere del momento, Ernst Knam.

Nonostante le condizioni meteorologiche favorissero gite all’aria aperta e distrazioni di ben altra natura, la partecipazione di pubblico è sempre stata numerosa, soprattutto in occasione della sfida sui primi piatti, con lo chef Alessandro Borghese, e della consegna della torta, con il maestro pasticcere Ernst Knam.

L’evento in sé è stato simpatico e a tratti divertente, ma singolare, a mio avviso, è risultata la risposta del pubblico, soprattutto femminile.

Centinaia di persone hanno affollato i piedi del palco, in attesa del proprio turno, attendendo ben oltre l’orario di cena per poter scattare una foto con lo chef di turno, di potergli stringere la mano e/o farsi rilasciare un autografo, i più sul libro di ricette del protagonista appena acquistato presso la libreria del centro commerciale.

Centinaia di fan in visibilio come ai piedi di un palco a un concerto dei Coldplay, o allo stadio, per Cristiano Ronaldo.

Fino a pochi anni fa, nessuno avrebbe mai atteso più di un’ora per avere l’autografo di uno chef; un tempo, tali orde di donne in delirio le si ritrovava intorno alle rockstar, ai calciatori famosi, agli attori di Hollywood, non certo ai piedi dei Gualtiero Marchesi.

Oggi, invece, la notorietà televisiva rende idoli appartenenti a categorie più “normali”, gli chef nello specifico, ma anche veri e propri nullafacenti, quali: tronisti; vallette; partecipanti ai talent…

Basta un passaggio in TV per diventare un Chris Martin dei Coldplay o un Cristiano Ronaldo.

Pochi passaggi televisivi fanno diventare qualcuno anche la più banale delle persone; non serve più avere qualcosa da dire, magari interessante, o saper fare qualcosa, ed essere anche bravi.

Oggi conta apparire. E chi lo fa in TV eccelle.

Allora, grazie ad Alessandro Borghese, Antonino Cannavacciulo ed Ernst Knam, milioni di donne riscoprono la passione per la buona cucina, fatta di ingredienti genuini e tanta dedizione ai fornelli, magari quella stessa dedizione che criticavano nei confronti delle nonne, quando ad andare di moda era l’emancipazione femminile e la sfida al sesso forte.

Non si inseguono più i Cristiano Ronaldo e i Coldplay, personaggi belli e indiscutibilmente bravi, non solo quelli almeno, ma si arrossisce emozionate come adolescenti con gli ormoni alle stelle per la foto con Ernst Knam, un uomo dalla faccia anonima, sulla cinquantina, che senza la TV sarebbe passato inosservato , o al massimo avrebbe catalizzato lo sguardo di un paio di nonnine allupate, in pieno centro a Milano il sabato precedente il Natale.

Oggi, i valori di un tempo, persino gli eroi di un tempo, i Rambo e i Rocky, che focalizzavano l’attenzione sui temi della guerra e del riscatto sociale, non trovano più spazio.

Le nuove generazioni non conoscono Bruce Lee o Mohamed Ali, né le loro lotte in favore dei più deboli, e nemmeno si interessano più a tali temi.

Oggi, i nuovi eroi da emulare sono i nuovi protagonisti della TV e non importa che si tratti di chef capaci, o di rockstar dotate di talento, perché, che si parli dei Coldplay, di Cristiano Ronaldo o di un signor nessuno appena visto al talent show preferito, l’importante è che sia famoso o facilmente riconoscibile.

E’ come se fossimo stati catapultati in un enorme e perpetuo talent, in cui tutti siamo protagonisti, obbligati a uniformarci allo stile dei più famosi: vestire come loro; portare i capelli come loro; camminare come loro; parlare come loro; guidare le stesse auto costose; pensare come loro; amare la propria professione come loro e non importa che si sia direttori di banca o minatori.

La società dell’apparire, appunto, dove scattare una foto con Cristiano Ronaldo, con Ernst Knam o con il signor Mario Rossi della porta accanto ha lo stesso valore, basta che compaiano in TV.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui Social, utilizzando i pulsanti in fondo.

Iscriviti a Eventi Armonici, è GRATIS!

Segui la nostra Pagina Facebook Eventi Armonici, mettendo “mi piace”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: